Homepage Contatti
 
IL LIBRO CAPITOLI PERSONAGGI ART-WORK CURIOSITÀ RIFERIMENTI NEWS GUESTBOOK
Capitoli

Capitolo 1 - Il ragazzo della quattroruote

Nel primo capitolo conosciamo i protagonisti. Rubino, affetto da una rara malattia alle ossa, è costretto alla sedia a rotelle per gran parte della giornata. Si reca a scuola e torna con la carrozzina che lui chiama "quattroruote". A scuola conosce i suoi amici Ametista, Berenice e Igor che diverranno subito amici inseparabili. Conosce anche il suo avversario Nicla e i suoi due succubi amici: Lieto e Ottone. E poi c'è mamma Ginestra, abilissima nel preparale la "Camomilla Speciale".

 

Capitolo 2 - Il manoscritto rivelatore

Ginestra regala a Rubino il manoscritto di Argo Cameran, suo padre, morto anni prima durante le ricerche sull'antica Grecia. Il manoscritto è un'esplosione di segni in caratteri greci e disegni che sembrano celare tracce in grado di rivelare l'ubicazione dei quattro leggendari elementi della natura.
 

Capitolo 3 - La terra degli Dei

Il gruppo con Rubino e i suoi amici Ametista, Berenice e Igor partono per una gita in Grecia, accompagnati dai professori Ischirione Abis, Ilenia De Angelis e Alida Lo Bianco. Abis aiuterà Rubino ad intraprendere ciò che ha lasciato in sospeso suo padre e seguendo il manoscritto hanno modo di credere che il luogo da visitare è l'antica Acropoli.

 

Capitolo 4 - Il passaggio segreto

Il gruppo di Rubino capeggiato da Abis scopre in un sotterraneo dell'Acropoli il passaggio segreto a seguito dell'avvistamento di Ametista di un piccolo animaletto bianco infilarsi in uno stanzino.

 

Capitolo 5 - La stanza degli elementi

Dopo metri e metri di percorso sotterraneo il gruppo con Rubino si ritrova in una contenuta stanza con ai quattro angoli del soffitto, i cristalli contenenti ognuno il proprio elemento. Capiscono così che quella stanza sarà il punto di partenza ed arrivo di tutta la ricerca. Ametista ritrova il piccolo animaletto. E' un piccolo roditore dal manto completamente bianco, con gli occhi azzurri e il cuore che emette impulsi di luce verde; è un Artheus. Ametista lo chiama Nocciolino. La stanza degli elementi rivela la prima traccia, quella di partenza, per l'inizio della ricerca delle varie essenze con cui tornare e liberare gli elementi veri e propri dai cristalli.

 

Capitolo 6 - Il primo raduno

A casa di Rubino, davanti a tazze di camomilla speciale di Ginestra, avviene il primo di una serie di raduni in cui si fa il punto della situazione prima della partenza alla ricerca di un elemento. Secondo la traccia del manoscritto, la prima essenza da trovare è quella dell'elemento del fuoco. Con essa si scoprirà la traccia successiva e così a seguire; ogni essenza fornirà la traccia per la ricerca dell'elemento successivo.

 

Capitolo 7 - La casetta sull'acqua

Partiti per Vieste, Abis decide di sostare da un vecchio amico, Regolo, un pescatore in pensione che vive in una casetta auto-costruita sull'acqua di una baia e sorretta da quattro grosse travi infisse nel fondo del mare. Regolo conosce Abis e ha conosciuto in passato anche Argo Cameran.
 

Capitolo 8 - Il moscardino guida

Ai piedi del Monte Olimpo inizia la ricerca della prima essenza, quella del fuoco, destinata a Rubino. Sarà Nocciolino, attratto dal fuoco, a guidare i ragazzi, precedendoli sui loro passi, all'interno della montagna.

 

Capitolo 9 - Il sangue delle montagne

All'interno di una grotta, nel bel mezzo dell'Olimpo, giace su una guglia l'essenza dell'elemento del fuoco. Rubino entra in contatto con la sfera brulicante di una fiammella perpetua. La sua malattia sembra svanire al contatto con essa. La sfera sarà recuperata però a caro prezzo. Nicla e scudieri sono sempre fra i piedi ma soprattutto dovranno sfidare i giganti, goffi, lenti, ma tremendamente forti.
 

Capitolo 10 - L'Antracia Mantis

Per sfuggire ai giganti i ragazzi e Abis fanno affidamento alla Maratranta, un maestoso Artheus che li guida nel giardino segreto di Revelant, a duemila metri sottoterra nel centro della montagna. Amos Revelant è lo spirito di Gaia, la Madre Terra. E' colui che mette in guardia il gruppo da Demetria, l'entità maligna che cerca di annientare gli elementi positivi e di impossessarsi dell'ellemento negativo del fuoco, l'Antracia Mantis. Questa è segretamente custodita nel faraglione al centro del lago, difesa dall'Idra, dal Drago e dal più potente degli Artheus: l'Aranea Ciclope. Per una leggerezza di Nicla a momenti tutti rischiano la propria vita.

 

Capitolo 11 - Nell'alto del cielo

Tornati a casa con l'essenza del Fuoco in possesso di Rubino, il gruppo partirà nuovamente per la volta del Karakorum avvicinandosi niente meno che al K2. Conoscono Bashir, la guida pakistana che li porterà nel punto in cui avranno la possibilità di iniziare la ricerca dell'essenza dell'Aria, questa destinata ad Ametista. L'impresa risulterà estremamente difficoltosa per l'ambiente ostico che dovranno affrontare, ma anche qui riusciranno a fare ritorno con la seconda essenza.

 

Capitolo 12 - La buia profondità

Al contrario dell'essenza dell'Aria, ora il gruppo dovrà fare conto con la profondità degli abissi. Nel fondo marino dell'oceano pacifico si troverà la terza essenza, quella dell'Acqua destinata a Berenice. L'impresa è già di per sé tutt'altro che una passeggiata se non che ci si mette di mezzo sempre Nicla in compagnia, questa volta, di suo padre. Anch'egli è mosso da una certa invidia verso Ischirione Abis e in passato anche verso Argo Cameran, per via dei loro successi nelle ricerche. E ci sono anche Lieto e Ottone. L'incontro fra tutti non risulta essere tra i più felici e nella competizione non ci si accorge che si trovano nel bel mezzo dell'oceano pacifico e scopriranno presto che non c'è tempo di litigare.

 

Capitolo 13 - Il codice Camerabis

Prima della partenza alla ricerca della quarta ed ultima essenza, quella della Terra destinata a Igor, Rubino e i suoi amici vengono a conoscenza di uno strano codice, il codice Camerabis, creato in passato da Argo e Ischirione, e sarà la Prof.ssa De Angelis a far luce sulla questione.
 

Capitolo 14 - La piccola casa sull'albero

Durante l'interpretazione dell'ultima traccia, Rubino avrà modo di visitare la casetta sull'albero costruita da suo padre quando lui aveva solo cinque anni. Per Rubino la sua casetta rappresenta il piccolo grande rifugio dei ricordi, ma per l'intera spedizione rappresenta la fondamentale tappa di partenza per l'inizio dell'ultima ricerca.
 

Capitolo 15 - Il cerchio di ferro

La ricerca dell'ultima essenza non porta il gruppo lontano questa volta, solo poche centinaia di chilometri li separano da Roma. Il luogo da raggiungere è nei pressi di Milano. Avranno a che fare col fiume Adda. In esso si cela un grande cerchio di ferro. Ma non sembra affatto facile scorgerlo nonostante esso sia davvero grande. Prima di partire la Prof.ssa Lo Bianco suggerisce quale parte del fiume perlustrare. Contrariamente a come si aspettavano, la ricerca non è affatto facile.

 

Capitolo 16 - L'ultima sfera

Stanchissimi dalla ricerca del cerchio di ferro, i ragazzi riescono ad arrivare finalmente all'ultima essenza, destinata ad Igor, ma dovranno affrontare nuovamente Nicla e suo padre, oltre a Lieto e Ottone, ma non sono soli questa volta; le tre Forze scatenate da Demetria daranno una prima dimostrazione del loro devastante potere.

 

Capitolo 17 - Il labile confine tra il bene e il male

Tornati tutti a casa dopo l'ultima pericolosa avventura, i ragazzi si accingono a partire in gran segreto per raggiungere la stanza degli elementi nel sotterraneo dell'Acropoli, mentre Nicla fa un incontro ravvicinato niente meno che con Demetria.
 

Capitolo 18 - Il Fuoco, l'Aria, l'Acqua, la Terra

Rubino e i suoi amici raggiungono la stanza degli elementi in possesso di tutte le sfere contenenti le rispettive essenze. Ora non resta che liberare gli elementi dai cristalli che li conservano. Gli elementi si mostreranno ad essi sotto forma di gemme e una volta entrati in possesso, i ragazzi acquisiranno il loro potere diventandone con essi un tutt'uno.

 

Capitolo 19 - Quando le forze si scontrano

In possesso degli elementi, i ragazzi dovranno ben presto controllarne il potere se vorranno far fronte ai futuri attacchi di Demetria e dei suoi araldi, ma non c'è tempo di prendere lezioni, Demetria e i suoi servitori, insieme a Nicla, Lieto e Ottone, li attendono all'Acropoli, davanti al Partenone. Ora non resta che combattere in una lotta impari, ma non hanno scelta che crederci.

 

Capitolo 20 - L'atmosfera di un Natale sull'acqua

Rubino e i suoi amici, prima di fare ritorno a casa, si fermano per decisione di Abis, nella casetta sull'acqua di Regolo, tutta addobbata a festa per l'avvicinarsi del Natale, e qui incontrano anche i propri genitori. Prima di salutarsi, festeggiano tutti in quella che sembra una vigilia di Natale anticipata.

Ultime notizie

Chiave di ricerca:    

Testo non trovato